Attività scientifica svolta da Guglielmo Marconi a La Spezia

Guglielmo Marconi consegue i primi risultati positivi nella trasmissione di segnali mediante onde elettriche presso la villa di Pontecchio (Bologna).

Successivamente, poco più che ventenne, si trasferisce in Inghilterra ove continua le proprie esperienze.

Nel giugno del 1897, Marconi torna in Italia su invito della Marina Militare che mette uomini e mezzi a disposizione del giovane scienziato.

Marconi, dopo una sosta a Roma ove esegue esperienze alla presenza di personalita' politiche e scientifiche, si trasferisce alla Spezia ove hanno luogo i memorabili esperimenti che con il loro esito positivo segnano la nascita della telegrafia navale.



Le prove iniziano con trasmissioni e ricezioni dimostrative da stazioni su terra eseguite nei giorni 10, 11, 12 e 13 luglio 1897; il ricevitore è sistemato nel piazzale di ingresso dell'Arsenale, dal lato ove allora esisteva l'edificio del Comando in Capo (attuale Piazzale Ammiraglio C.Bergamini) distrutto nel 1944; il trasmettitore è sistemato prima dinnanzi all'edificio attualmente noto come la “Veleria” dell'Arsenale, a 500 metri dal ricevitore, poi a San Bartolomeo a 3 chilometri dal ricevitore. Il 14 luglio iniziano le prove di collegamento navale: trasmettitore a San Bartolomeo e ricevitore sul Rimorchiatore n.8; la ricezione è buona fino a 4 chilometri. Gli stessi esperimenti continuano nei giorni 15 e 16.

Il 17 e 18 luglio la stazione ricevente è installata sulla Nave San Martino; i segnali vengono ricevuti fino a distanza di 16 chilometri dal trasmettitore. In quei giorni viene anche dimostrata la possibilita' di ricevere con apparecchio posto sia in coperta che entro l'ambiente della nave con parti in ferro, cosa fino ad allora messa in dubbio dagli studiosi.

Dopo queste prime esperimentazioni, la Marina Militare inizia una intensa attivita' di ricerca nel campo delle comunicazioni a grande distanza, mantenendo sempre stretti rapporti con Marconi, che culminarono nella crociera dell'incrociatore Carlo Alberto che, partito da La Spezia il 30 settembre 1902, riusciva a far giungere le sue comunicazioni fino a 3800 chilometri di distanza.

Guglielmo Marconi è nato a Bologna il 25 aprile 1874 e morto il 20 luglio 1937. Nominato Senatore nel 1915. Durante la prima guerra mondiale è chiamato alle armi con il grado di Tenente del Genio. Nel 1916 passa a domanda nelle leve di mare ed è nominato Capitano di Corvetta di complemento. Promosso Capitano di Fregata nel 1920. Nel 1932 passa nella riserva con il grado di Capitano di Vascello. Nel 1936 è promosso Ammiraglio.